Le scaffalature portapallet sono una delle tipologie di scaffalature industriali più utilizzate, progettate per ottimizzare lo stoccaggio e il prelievo delle merci in formato europallet, vero e proprio standard a livello internazionale.

Nella loro versione standard, sono formati da questi componenti principali:

  • Montanti
  • Correnti
  • Spalle
  • Ripiani

I portapallet si possono differenziare per due fattori principali: la portata e la tipologia di utilizzo.

Per quanto riguarda la prima, questa riguarda il carico massimo che possono sostenere i ripiani e che devono essere opportunamente calcolati e segnalati sugli appositi cartellini. In base alla tipologia di merce, quindi, si potrà scegliere il modello più adatto, per stoccaggio pesante o medio-leggero.

La seconda invece ha a che fare con la tipologia di magazzino e la gestione delle merci: l’indice di rotazione e la modalità e tempistiche di prelievo sono in questo caso decisivi per la scelta della scaffalatura portapallet giusta.

Tipologie di scaffali portapallet

Portapallet standard

Il portapallet nella sua versione classica, il più comune in magazzini che non richiedono alti livelli di automazione. Sono utilizzati in moltissimi settori differenti, dai grandi depositi industriali, ai grossisti e magazzini aziendali.

Scaffali portapallet a gravità

Le scaffalature portapallet a gravità permettono di realizzare magazzini dinamici secondo la dinamica FIFO (First In First Out). In questo modo, attraverso un sistema di scorrimento su rulli, le merci che entrano per prime all’interno del sistema di scaffalature sono anche le prime ad essere prelevate. Sono ideali per settori con alto indice di rotazione delle merci.

Drive in e Push Back

I portapallet drive-in sono progettati per permettere ai carrelli elevatori di entrare all’interno del sistema di scaffalature durante la movimentazione, per agevolare le fasi di stoccaggio e prelievo senza costituire un ostacolo o un pericolo.

Gli scaffali push back sono invece portapallet basati sul sistem FILO (First In Last Out), in cui il primo pallet ad entrare è l’ultimo ad uscire, e sono ideali per magazzini con un basso indice di rotazione delle merci.

Portapallet per Soppalchi

<p>Le scaffalature portapallet permettono anche di realizzare soppalchi industriali, strutture con scale e passerelle ideali per sviluppare e ottimizzare in altezza lo spazio di magazzino. Grazie ai soppalchi con scaffalature portapallet quindi si sfrutta al massimo la superficie utile per lo stoccaggio di carichi differenti.</p>

Prezzi delle scaffalature portapallet

Il prezzo delle scaffalature portapallet può variare notevolmente in base a numerosi fattori: larghezza, altezza, profondità, numero di ripiani, accessori e componenti aggiuntivi, oltre ai costi di trasporto, montaggio ed eventuale progettazione.

In commercio si possono trovare moltissimi modelli di scaffali per pallet, sia online che presso negozi fisici e rivenditori sul territorio.

In base alle necessità si può procedere all’acquisto in autonomia di scaffali standard oppure rivolgersi a tecnici certificati, per esempio Block Sistem, azienda specializzata nella progettazione e installazione di scaffalature portapallet ad Ascoli Piceno, Abruzzo e Molise, per realizzare sistemi di scaffalature su misura.

In questo caso, è possibile progettare il layout secondo le proprie esigenze per ottimizzare lo spazio di magazzino e l’efficienza della filiera logistica: aspetto oggi più che mai importante e che dovrebbe far propendere le aziende per quest’ultima soluzione.

Comments

Leave a Reply